Ci siamo, stiamo per partire!

Tutto è iniziato un paio di mesi fa, quando, per caso, ho visto la locandina dell’evento di Chiavari, 1st Women’s Sailing Cup Italia, la prima regata interamente femminile organizzata in Italia, che si terrà, appunto, da domani, 18 marzo, fino a domenica 20, in Liguria, appunto.

Gli equipaggi femminili si sfideranno a colpi di virate a bordo di 9 barche, dei J80 tutte con lo stesso armo e tutte uguali, in un week end che si preannuncia interessante, anche dal punto di vista meteo, in cui si alterneranno prove in mare ed eventi in banchina.

Pratico vela sportiva da alcuni anni con grande passione, tenacia e dedizione, in un mondo, quello della vela, che è ancora, inspiegabilmente e immotivatamente appannaggio degli uomini.

Vado in regata su barche sportive e impegnative, dove spesso sono l’unica donna e sento la mancanza di compagne di viaggio, quelle che, scese dalla barca, preferiscono lo shopping alla birreria.

Perché le ho viste, le donne in barca.

Disciplinate, determinate, spesso tecnicamente preparate quanto gli uomini, sempre concentrate e precise.

Eppure, questa è la prima regata interamente femminile… Oltretutto, lo scopo è più che nobile: raccogliere fondi per la ricerca AIRC. Tema al quale, oltretutto, sono particolarmente sensibile, avendo perso la mamma diversi anni fa proprio a causa di un cancro incurabile.

Ho deciso immediatamente che non potevo mancare, cercavo compagnia e quindi, ho iniziato a spargere la voce tra le amiche veliste, quelle splendide donne che ho incontrato in questi anni in banchina, ai raduni di vela, ai corsi, in molti degli equipaggi di cui ho avuto l’onore di fare parte.

Ma le donne sanno essere anche molto determinate e, quando la sfida chiama, loro non si fanno pregare.

E così, man mano che le amiche aderivano, e il numero aumentava, gli equipaggi sono diventati tre.

Partiamo in 16, domani, con un pulmino, e con le felpe tutte uguali che ci hanno fatto discutere più dei ruoli in barca e con tanta carica positiva e voglia di divertirci.

E ci siamo date un nomignolo ridicolo, le Spippole Sailing Team, che grida a tutti che non bisogna mai prendersi troppo sul serio, anche se l’impegno che ci metteremo è serio eccome!

E siamo emozionate anche per la serata di gala che ci aspetta sabato sera, con abiti eleganti e tacchi, e alla presenza del sindaco di Chiavari e di varie autorità.

Finalmente un po’ di sane chiacchiere leggere, un po’ di aria gentile, tra una virata e una issata di spi.

Perché le donne, si sa, sono piene di risorse, e sotto i guantini da vela non si fanno mai mancare unghie laccate di rosso in manicure curatissime.

Le più temerarie, abbinano alla cerata anche un filo di mascara waterproof, che non si sa mai chi si può incontrare al largo!

 

Grazie alle amiche Emanuela Colombara, Laura Caselli, Eleonora Testoni, Marika Piana, Jelena Casal, Serena Cataldo, Angela Tiozzo, Barbara Allibardi, Raffaella Angelozzi, Patrizia Piani, Silvia Residori, Camilla Tadiello, Valeria Ferrari, Valentina Sonzini, Giovanna Casale per questa avventura, con la speranza che, l’anno prossimo, si possa partire non in 16, ma in molte di più.

 

Forza, ragazze!

#Sara Bertelli

Comments

comments