Crociera Vintage Istria Quarnaro Luglio 2016

Sabato 2 luglio 2016 /Domenica
Uno strano Vento ci accoglie sul Castadiva il fantastico GS 42, equipaggio già al completo, si salpa immediatamente, Secchio, Matte, Tania, Fede Francesco Raffi, Isa , Dani , Paul.
prua verso Pola, un po di mare ed un buon vento fa filare il Casta a vela a 6 nodi a per quasi 60 miglia, attraverso il tramonto,ed i temporali , arrivati formalità e subito a brioni, per riposarci un pò e fare giri per l’isola in quanto è prevista una botta di bora che arriverà poi la sera notte .

Lunedi
sulla coda della bora salpiamo in direzione Unje, attraversiamo il Quarnaro con oltre 20 nodi di bora ed il casta che fila sempre intorno agli otto nodi di velocità, arrivo in baia maracol , gavitello di nuova generazione…. un delirio.. 4 cime due a prua un testimone per altre due cime a poppa .. insomma il delirio dei solitari.. . Attrezziamo il tender ed andiamo nel paesello a fare la cena ed al nostro ritorno l’amara sorpresa.. ci hanno fottuto il tender, amareggiati ci arrangiamo a tornare in barca ,dopo aver esplorato tutta la baia, decisi in ogni caso di non farci abbattere.. due gentilissimi tedeschi accompagnano l’ultimo sulla barca, naturalmente gli doniamo una boccia di vino e ci esibiamo nello splendore del nostro inglese.. the first time..

Martedi
si salpa e sempre a vela andiamo agli asinelli , senza tender troviamo un ormeggio al molo appena rifatto, passeggiata visita alla spiaggia caraibica con bagni rinfrescanti , poi torniamo in barca e ordiniamo al ristorante fritto e calamari che ci portano direttamente in pozzetto… una libidine..

Mercoledi

con 15 nodi gagliardi di vento dirigiamo su lussino per tornare un attimo alla civiltà ed andare al supermercato , superando un so 37 a motore che esterefatto ci osserva superarlo nel nostro assoluto silenzio , serata al noto ristorante n1.. con le ragazze tirate di tutto punto..

Giovedi

ecco arriva la bonaccia dopo giorni di vento ci dirigiamo a Olib a motore nella calma piatta , posto veramente metafisico, cenetta in uno dei bei ristorantini sulla spiaggia

Venerdi
ormai sta finendo , ed infatti capita il secondo fattaccio della settimana, ci muoiono le vongole in purificazione per il pranzo , ok rimediamo, ci ormeggiamo alla krivenica con gli strani gavitelli dotati di cima a terra che se sei in due, col vento al traverso, ti scappano le parolacce.. pranzo e poi via a lussino per capitaneria e dogana, e si salpa direzione Porto Garibaldi ed una traversata tranquilla tutta a motore ci fa arrivare sabato mattina a casa, stanchi ma pieni di tristezza per doverci lasciare…

grazie a tutti i vintage ed alla milfona Castadiva

Comments

comments